wp_10137777/ Marzo 25, 2019/ Events/ 0 comments

A Milano ricercatori e accademici da tutto il mondo per ripensare il capitalismo

Rethinking Capitalism: from globalization to humanization è il tema scelto dalla Fondazione Feltrinelli per l’edizione 2019 di FeltrinelliCamp, un workshop di due giorni, 15 e 16 marzo, che ha raccolto un centinaio di giovani ricercatori e affermati accademici, con lo scopo di elaborare proposte mirate a riformulare i principi della nostra economia.

We First, con la collaborazione di Luca Cinciripini, già analista geopolitico di Transcrime, ha partecipato a questo importante evento, presentando un proprio contributo sul tema dei Social Impact Bond.

Venerdì 15 marzo

La prima giornata del workshop è stata inaugurata dalla conferenza tenuta da Marcio Pochmann, docente dell’Universidade Estadual de Campinas, che si è soffermato su una ricostruzione storica dei fattori che hanno portato all’attuale paralisi del sistema politico ed economico occidentale.

In seguito, la platea di ricercatori si è suddivisa in otto tavoli tematici, che hanno avuto l’obiettivo di aprire un costruttivo dibattito su questioni nodali: dal ripensamento degli spazi urbani allo sviluppo sostenibile, fino all’ideazione di nuove politiche progressiste.

Lo staff di We First ha partecipato ai lavori del gruppo Tackling inequalities”, focalizzato sulla ricerca delle principali cause di diseguaglianza nel mondo. Lo scopo era quello di individuarle e proporre valide politiche di contrasto. La prima giornata di incontri si è poi conclusa con un seminario finale tenuto da Fabrizio Barca, già Ministro per la Coesione Territoriale, e Rafael Correa Delgado, presidente dell’Ecuador dal 2007 al 2017.

Sabato 16 marzo

La seconda giornata del FeltrinelliCamp è stata inaugurata da una tavola rotonda, animata tra gli altri da Edoardo Reviglio (Chief Economist di Cassa Depositi e Prestiti), Andrea Roventini (docente della Scuola Superiore Sant’Anna) e Laura Carvalho (Universidade de Sao Paulo). La discussione, incentrata sul ruolo dei mercati finanziari nell’attuale sistema economico, ha coinvolto tutti i partecipanti per una riflessione collettiva.

In seguito, il lavoro di ciascuno dei gruppi tematici ha trovato un’efficace sintesi in un report finale, nel quale condensare le principali criticità relative alla propria area di ricerca, promuovendo le relative policy da proporre. In serata invece, si è svolto un incontro a cui hanno partecipato Pavan Sukhdev (GIST Advisory), Marta Santamaria (Natural Capital Coalition) e Edoardo Croci (GREEN, Università Bocconi) per discutere di uno sfruttamento sostenibile e consapevole delle risorse naturali come unica possibilità di sviluppo per il futuro della Terra.


Il tema promosso da We First – Finance & Sustainability: i Social Impact Bond.

Clicca qui per leggerlo


La parte conclusiva di queste due intense giornate di FeltrinelliCamp è stata dedicata ai ricercatori e ai loro gruppi di lavoro, ognuno dei quali ha avuto l’opportunità di esporre i propri progetti e le proprie idee, sia in merito al tema specifico cui erano stati assegnati, sia più in generale a come ripensare un modello economico e sociale in crisi.

Il workshop di FeltrinelliCamp, organizzato ogni anno dalla Fondazione e giunto alla seconda edizione, ha rappresentato un’occasione unica di incontri e di condivisioni di esperienze preziose. La Fondazione Feltrinelli da anni mette a sistema intelligenze e saperi globali, per riflettere sulla società che cambia e per pensare agli scenari di domani. Lo scopo del workshop è stato quello di condividere nuove idee e sistematizzare saperi ed esperienze diverse, per ripensare un capitalismo diverso, più maturo e più consapevole del mondo che cambia.

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*