wp_10137777/ Marzo 26, 2019/ Events/ 0 comments

Insieme per affrontare il cambiamento digitale

Lo stato dell’arte dell’intelligenza artificiale e le prospettive di sviluppo a medio termine” è stato il nome del primo incontro che si è svolto il 14 Marzo 2019 dove è stato introdotto il quadro generale e gli aspetti più rilevanti che verranno approfonditi negli appuntamenti successivi. La curiosità era tanta, testimoniata dal cambio di location in un’aula più grande dell’Università Bocconi, perché non sono accorsi solo gli addetti alla stampa ma tutti coloro a cui stanno a cuore le conseguenze e gli effetti provocati dagli sviluppi dell’Intelligenza Artificiale (ai più esperti sotto la sigla di AI).

Infatti, è un argomento che può toccare trasversalmente tutti i settori. Uno dei motivi alla base degli incontri è scoprire se ci troviamo di fronte ad una bolla in un ambiente inflazionato, come quello del tech. Ciò che è certo, è che viviamo in un momento di rivoluzione che sta impattando società, imprese ed individui. La Dott.ssa Gloria Gazzano (presidente di AICA Lombardia) ha spiegato che D-Avengers è nata come un acceleratore di innovazione, per dare awareness e per fare sintesi come patrimonio comune rivolto a chiunque. Servirà capire quali opportunità ci sono e quali competenze saranno necessarie per le nuove professioni. Dal lato impresa, spiega il Professor Gianluca Salviotti (SDA Bocconi), è fondamentale:

  • Avere una vision;
  • Adottare un piano;
  • Essere organizzati;
  • Possedere delle fondamenta IT solide.

Da una parte, l’eventualità che l’AI digitalizzerebbe il pensiero umano fa paura a molti ma non è proprio così perché si deve arrivare a integrare l’uomo con la macchina. Dove non arriva uno, può arrivare l’altro, e viceversa. Questo sarà necessario per un motivo che cerchiamo di allontanare dalle nostre menti ma è evidente quando si leggono le stime di crescita della popolazione. Infatti, nel 2030 ci saranno circa 850 milioni di anziani e ciò vuol dire che con l’invecchiamento medio delle persone mancherà manodopera e le nuove tecnologie dovranno venirci incontro per sopperire a tale problema. Sicuramente, siamo lontani dalle macchine volanti che si immaginavano lo scorso secolo ma è successo altro, ovvero si è sviluppata un’avanzata capacità di estrarre dati da un universo di informazioni destrutturate. Data la saturazione della potenza computazionale, prenderanno piede sul mercato i computer quantistici, applicabili per numerosi campi, dalla chimica alla finanza.

Le sfide sono numerose. Al tempo stesso, le incognite sono altrettante. Solo unendo le proprie forze si potrà arginare la trasformazione imminente. Il nostro Paese non deve essere uno spettatore bensì un protagonista. Ma affinché accada ciò, c’è bisogno di coesione e sensibilizzazione verso molti argomenti. Si pensi che a Dubai vi è un Ministro (di 27 anni) per l’Intelligenza Artificiale col compito di pianificare il primo insediamento urbano su Marte. Sicuramente c’è tanto da fare ma è un impegno (soprattutto per i millenials) da non poter più posticipare. La community di D-Avengers nasce proprio da questa necessità di raccogliere profili trasversali da cui far scaturire consapevolezza prospettica. È proprio la stessa logica su cui si fonda We First – Finance & Sustainability, felice di portare avanti le proprie idee in ambito di sostenibilità e abbracciando al tempo stesso l’innovazione tecnologica. Il nostro team ha ritenuto doveroso partecipare e sensibilizzare gli stakeholders su temi d’avanguardia che possano rendere circolare lo sviluppo economico.

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*